martedì 5 agosto 2008

Arte Sella ha cancellato le mie fotografie

For your eyes only: ecco cosa dovrebbe campeggiare all'inizio del sentiero ArteNatura di Arte Sella, l'esposizione di arte contemporanea collocata tra i boschi ed i campi di Valle Sella. Perchè di segreti si tratta, le installazioni che trovano ospitalità sotto l'ombra degli alberi hanno un impatto emotivo talmente forte che solo gli occhi dei visitatori possono sopportarlo per i pochi minuti della visita. Una foto, che si può rivedere più e più volte, è un sovraccarico sensoriale insopportabile.

No, di certo non è questo il motivo per cui Arte Sella ha fatto cancellare tutte le mie fotografie della zona su Flickr:
We have received a Notice of Infringement from [Associazione Arte Sella] via the Yahoo! Copyright Team and have removed the photo "CRW 2261" from your photostream.

Questa è l'unica foto sopravvissuta al blitzkrieg di Arte Sella.

CRW 2236

Probabilmente non sopportano che qualcun altro possa mostrare l'area e le opere in modo diverso; sono consapevole che le mie foto non saranno state all'altezza del loro standard artistico ma non per questo indegne di esistere.

Il sentiero ArteNatura di Arte Sella è un'area espositiva ad accesso libero, aperta tutti i giorni tutto l'anno, immersa nel bosco e nei prati di una valle. Ma non puoi fare fotografie. Puoi solo guardare.

Già sono eccessive le politiche imposte da alcuni, pochi, musei tradizionali contro la fotografia per motivi diversi dalla protezione delle opere dai flash.
Il fotografo Thomas Hawk ne ha spesso scritto, dimostrando la completa insensatezza di politiche di questo orientamento. In seguito al suo post More Reasons Why SF MOMA's Anti-Photography Policy Sucks Thomas Hawk ha convinto il MOMA di San Francisco a rimuovere i vincoli alla fotografia

Non capisco molto di arte ma non posso non notare l'abisso che separa l'Associazione Arte Sella dai media digitali ed i concetti di condivisione dei contenuti senza scopo di lucro. Nel 2008, nell'era digitale compiuta, si dovrebbero potere dare per scontati e condivisi.
Che un museo all'aria aperta, in un'area ad accesso pubblico, si metta a fare il poliziotto e si impegni a cercare e distruggere ogni foto esistente al mondo, forse con lo scopo di detenere l'assoluto controllo artistico, rasenta da vicino il ridicolo.

Posso visitare il Metropolitan Museum e fotografare, senza flash, ogni quadro della Hudson River School senza problemi. Ma nel bosco di Arte Sella no!

Avranno tutti i diritti di chiedere la cancellazione delle mie fotografie da Flickr, se lo hanno fatto ci avranno sicuramente pensato. Ma quanta somma ed infinita dimostrazione di miopia c'è in questo atto.

UPDATE: Thomas Hawk ha pubblicato una storia su questo mio incidente. Associazione Arte Sella è riuscita quindi a cancellare le mie foto ma in cambio ha peggiorato la propria immagine pubblica, scatenando la reazione di un blogger e fotografo con un discreto seguito ed attivo nella comunità fotografica online ... che per l'associazione ne sia valsa la pena?

UPDATE: Se ne parla anche in questo blog.

11 commenti:

Ruben - ReallyJapan.com ha detto...

Veramente vergognoso il loro comportamento.. Gli scrivero' una bella lettera di protesta, e spero che molti seguiranno!

Claudio ha detto...

Da borghesano sono indignato e, ovviamente, dispiaciuto. Trovo ingiusto che un'associazione che vive grazie anche all'intervento pubblico si arroghi il diritto di censura su un patrimonio culturale che è di tutti!

Anonimo ha detto...

Davvero non risco a capacitarmi di cotanta arroganza. Davvero, arrivare a questo punto mi sembra addirittura ridicolo. Perchè togliere la possibilità di visitare e navigare e magari sognare a chi non può muoversi (nel più ampio significato della parola?)Un pensiero banale il mio forse....ma tutta quanta la faccenda la trovo davvero vergognosa. Proporrei articolo su un quotidiano regionale....Loren

Anonimo ha detto...

http://www.ilgoa.com/2008/08/arte-sella-nemica-di-flickr.html Qui si sta "ingaggiando" un vero e proprio dibattito! ;-)

Anonimo ha detto...

continua la querelle! ma sembra siano tutti (o quasi ) indignati

Davide ha detto...

Anche a me è capitata la stessa cosa, ho ricevuto 16 email da flickr che mi informavano della cancellazione delle mie fotografie. qui ho scritto della mia disavventura.
Inutile dire che condivido pienamente quanto hai scritto e sarò molto contento se di queste censure si parlerà ancora.

MaxMost ha detto...

Non andrò MAI ad Arte Sella per solidarietà con te. Spero che la mia protesta silenziosa venga seguita da molti.

frog ha detto...

credo che l'intento di arte sella non sia di censurare,ma di lasciare libertà di riservatezza e magia dell'incontro a chi arriva in quest'oasi di arte e incanto_ ho visitato i più grandi musei del mondo, e talvolta mi sono stupita dell'arroganza di alcuni italiani che ostinatamente seguitavano a far foto nonostante i divieti,,,è anche irrispettoso verso coloro che un'opera la seguono con il cuore e non come piccoli paparazzi_ i ricordi e le emozioni di un'opera o di un luogo vanno rispettati e forse, prima di giudicare l'associazione arte sella, ci si dovrebbe informare sui suoi contenuti riflettendo sul significato e sui significanti che essa prmuove_
vorrei anche aggiungere che non è sicuramente un togliere a chi 'non può muoversi', mi sembra davvero un discorso paradossale e riduttivo; non dimentichiamoci del valore dei preziosi libri da assaporare con la calma e la pazienza,,,ma forse chi crede molto nell'immediatezza della rete ha un approccio 'mordi e fuggi' anche verso la natura_
buona riflessione a tutti, nel rispetto dell'altro da noi_

Anonimo ha detto...

Davvero vergognoso il comportamento di Arte Sella, che non solo ha recintato parte del bosco (che dovrebbe essere di tutti), ma impedisce addirittura di pubblicare delle semplici fotografie.

Da parte mia, se qualcuno un giorno a livello politico locale proponesse la chiusura dell'intero baraccone, avrà la mia personale simpatia nonché sostegno.
Di sicuro non ci tornerò.

Marco Togni ha detto...

Hanno ragione: hanno i diritti sulle immagini e ne fanno quello che vogliono. Scriverò presto anch'io un articolo a riguardo sul mio sito.
Saluti

Giorgio. Borgo Vls ha detto...

Non dubito che sia vero quello che hai detto è che sembra strano. Io ho da diversi mesi le foto di Arte sella su F.B. forse non le possono cancellare. Io se fossi in te le riposterei..hai visto mai che restino!!